Seguiteci su:

alternate text alternate text

Un pò di cenni storici sull'albero dell'ulivo

Si ritiene che la la pianta sevatica dell'ulivo sia originaria dell'Asia Minore. Di lì la coltivazione dell'ulivo si espanse in Anatolia attraverso l'isola di Cipro e ancora in Egitto attraverso l'isola di Creta. Giunse in Grecia tra il XIV A.C. e il XII A.C. dove raggiunse un'importanza straordinaria.

La coltura dell'ulivo cominciò in Italia verso il VIII–VII A.C. e si guadagnò un'importanza economica considerevole grazie prima ai Fenici e poi dopo ai Greci.

Durante l'Impero Romano l'ulivo fu piantato ovunque lungo l'intero bacino del Mediterraneo.

Da un punto di vista geografico, la produzione italiana di olive è concentrata tra il 30° e il 45° parallelo N, che è generalmente ritenuta la fascia geografica dell'emisfero settentrionale adatta alla coltivazione dell'ulivo.

Nell'area del Mediterraneo l'Italia rappresenta il fulcro della produzione di olio data la sua storia, la sua posizione, le numerose cultivar presenti, i diversi micro-climi e le condizioni ambientali.

alternate text
alternate text